Iscriviti alla nostra Newsletter!

 

L'UNICO TOUR IN GIAPPONE PER FESTEGGIARE IL NUOVO ANNO SECONDO LE TRADIZIONI SHINTOISTE

  • giappone capodanno02
  • giappone capodanno01
  • giappone capodanno03

 

UN TUFFO NELLA CULTURA GIAPPONESE
TOKYO • KYOTO • NARA • OSAKA

 

 

Per un capodanno diverso da trascorrere tra modernità e tradizioni, non ci resta che proporvi uno dei paesi più affascinanti del mondo: il Giappone. Con il nostro tour di capodanno in Giappone trascorrerete questo periodo dell'anno andando alla scoperta delle splendide meraviglie di questo Paese. Saranno dieci giorni all'isegna del divertimento e della scoperta perché conosceremo anche se in minima parte, le tradizioni più significative e la sua storia che hanno reso questo paese tra i più visitati al mondo.

Primo giorno: Tokyo e le sue numerose e meravigliose attrazioni

La partenza del nostro viaggio in Giappone è prevista subito dopo il Natale, con arrivo all'aerporto di Tokyo. Dopo esserci recati in albergo per una bella rinfrescata andremo tutti  alla scoperta della città. La prima tappa sarà il quartiere Ueno con il suo maestoso parco  tra i più belli della città. Ci addentreremo per visitare i suoi musei come quello d'Arte, di Storia, di Scienze e tanti altri. La giornata proseguirà con la visita ad Ameyoko, il grazioso mercato di specialità culinarie giapponesi e ci soffermeremo per assaggiare quello che desideriamo.

Secondo giorno: tappa ai quartieri più all'avanguardia di Tokyo

Il nostro secondo giorno di questo straordinario viaggio in Giappone proseguirà con la visita ad alcuni dei quartieri più all'avanguardia di Tokyo. Prima di raggiungerli ci fermeremo al santuario shintoista Meiji, ubicato nel parco di Yoyogi. Il primo quartiere che visiteremo è Harajuku che con la sua via principale, Takeshita- döri, è molto frequentato dai giovani perché è qui che prendono piede le ultime tendenze di moda. Successivamente ci recheremo al quartiere di Shibuya luogo dove si trova la statua del cane Hachiko. Prima di rientrare in albergo, faremo tappa a Shinijuku, il quartiere a luci rosse di Tokyo, caratterizzato dai Love Hotel e Host Club.

Terzo giorno: Gion, le sue meraviglie e i quartieri delle geisha

Il nostro tour in Giappone prevederà degli spostamenti su mezzi sicuri come gli shinkansen, i treni velocissimi del paese, detti anche proiettili, che in poco tempo ci porteranno a Kyoto. Qui ci recheremo nel distretto di Gion, al santuario shintoista di Yasaka. In questo periodo dell'anno, in questa zona sono presenti alcuni festival ben organizzati infatti ne approfitteremo per fare acquisti alle bancarelle di Matsuri e divertirci con musica, spettacoli e balli tradizionali. In seguito andremo nel quartiere delle maiko, le apprendiste geisha fino a raggiungere una delle sette meraviglie del mondo e anche Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, il tempio di Kiyumizu-dera. La serata la trascorreremo a Gion, nel quartiere delle geisha dove si trovano piccoli locali che di sera si specchiano nel fiume regalando uno spettacolo molto suggestivo.

Quarto giorno: la cerimonia dei 108 rintocchi della campana buddista

Il nostro tour in Giappone prevede un'esclusiva pazzesca infatti andremo a provare l'antica cerimonia tradizionale del tè che si terrà nel tempio Chion-in. Qui ci recheremo anche di sera per aspettare i 108 rintocchi della campana buddhista, celebrazione molto importante nel Giappone perché allontana i peccati mortali che ci impediscono di arrivare alla beatitudine. Questo rito verrà eseguito da 127 monaci buddisti che faranno rintoccare una delle campane più simboliche del Giappone e che ha un peso di più di 70 tonnellate. Ad ogni rintocco, i monaci pronunceranno la frase Ee Hitotsu e noi risponderemo Sorè. I festeggiamenti tradizionali andranno ancora avanti e ci muniremo di uno spago che avvicineremo ad una lanterna accesa: la tradizione vuole che lo spago bruciato venga poi portato in casa per accendere i fuochi che cuocineranno la zuppa del nuovo anno, in segno di buona fortuna. Una cerimonia molto suggestiva che ci regalerà molte emozioni e varie degustazioni di sakè.

Quinto giorno: sui luoghi del film Memorie di una geisha

Il primo giorno del nuovo anno ci recheremo in un bellissimo santuario shintoista, Fushimi Inari. Questo incantevole posto è caratterizzato dai suoi sentieri di torii color vermiglio e inoltre è il posto dove sono state girate molte scene del film Memorie di una geisha. Nel pomeriggio ci dirigeremo verso Kinkakuj, il padiglione ricoperto interamente di foglia d'oro. La serata saremo liberi di passeggiare tra le vie principali di Kyoto e assaporare ancora quella meravigliosa atmosfera di inizio anno nuovo.

Sesto giorno: visita a Nara e incontro con i cervi

In questo nuovo giorno faremo un'escursione a Nara, l'antica capitale del Giappone dichiarata da più di vent'anni Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. La città ha un parco molto esteso in cui sono ubicati numerosi templi come quello il Toda-ji con la statua del Buddha gigante più conosciuta al mondo e, il santuario di Kasuga con le lanterne di bronzo e il suo sentiero caratterizzato da lanterne di pietra. Nel parco faremo sicuramente un incontro inaspettato in quanto ci vivono dei cervi che vagano liberi perché in Giappone sono considerati messaggeri divini.

Settimo giorno: visitare Osaka e assaggiare l'okonomiyaki

Siamo pronti per partire per Osaka una delle città giapponesi più belle e affascinanti. da sempre considerata la città della buona tavola perché, a quanto pare la cucina giapponese è la prima fonte di turismo. Qui potremo assaggiare il buonissimo okonomiyaki, il pancake americano in versione giapponese. Visiteremo uno dei monumenti più importanti e significativi di Osaka, il suo castello, circondato da un parco immenso. Potremo passeggiare in questa oasi di pace e verso sera raggiungeremo Nanba, il quartiere che non dorme mai. In questa zona ci sono i locali più alla moda della città ed entreremo in uno di essi per prepararci da soli il nostro okonomiyaki. Saluteremo con malincuore la bellissima Osaka e faremo ritorno a Kyoto.

Ottavo giorno: la baia di Odaiba ultima tappa da visitare

L'ultimo giorno in Giappone faremo ritorno a Tokyo dove ci aspetterà una visita alla baia di Odaiba, un'isola artificiale con molti templi, musei, centri commerciali, e anche un centro termale molto frequentato. Qui risiede la statua gigante di Gundam il personaggio dei cartoni animati più seguito in Giappone. Sulla baia ammireremo lo spettacolo dell'accensione delle luci del Rainbow Bridge, lo strabiliante ponte sospeso di Tokyo. Prima di rientrare in albergo per trascorrere l'ultima notte in questo paese così sorprendente e affascinante, saliremo sulla Torre di Tokyo ad ammirare sicuramente uno dei panorami più belli al mondo che con le luci notturne lo rende ancora più spettacolare. Ritorneremo in albergo perché il giorno dopo si ripartirà per rientrare in Italia.


 

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK